OLIVER (Oliver D'Auria - Legnano 1979) nasce e inizia a disegnare al pari di respirare.
Nel 2001 con lo pseudonimo di ABBOMINEVOLE è uno dei protagonisti della prima ondata della "street art" Milanese ed Europea, attività che lo porterà ad esporre in gallerie, musei e fiere d'arte sparse in tutta Italia. In proprio e in collaborazione con OZMO.
Nel 2007 crea PRIVAT PARTY (insieme a Fausto Sinesi), progetto di produzione e promozione artistica di eventi notturni che danno risalto alla musica elettronica internazionale. Questo percorso lo porterà a fondare il DUDE CLUB nel 2010, progetto che caratterizerà la scena dell'intrattenimento Milanese fino al 2019.
Oggi è resident artist della associazione culturale SAM - Sampling Moods di via Mecenate 84 dove crea e dipinge le sue visioni rielaborando lo spazio con installazioni site specific.
Il suo nome rappresenta anche un brand di custom clothing che prevede la realizzazione esclusivamente di pezzi unici da indossare.
Sempre attento all'analisi delle emozioni umane, è costantemente rivolto alla ricerca e creazione di immagini che le rappresentino, attraverso un metafisico e surreale caos controllato.
“Sono nato il 2 novembre 1979. Un giorno speciale in cui si commemora chi abbiamo amato e non c’è più, da padre pittore e madre architetto.
visions
Ho sempre visto e disegnato i miei personali fantasmi raccontando storie di presenze invisibili ai più, ma ben presenti nella mia memoria.
drawings / paintings
Mischio stili, tecniche; amo disegnare con l’inchiostro, ma anche immaginare spazi attraverso il colore e l’acrilico su tela e carta.
imagine
Ho immaginato città senza confini e le persone che le abitavano, ho ritratto donne bellissime e mostri senza voce, investigato la storia mitologica e il nostro tempo contemporaneo.
inspirations
Sono cresciuto con Twin Peaks su italia 1 e l’oscurità che permeava le visioni di Lynch non poteva lasciarmi indifferente: ecco una delle radici delle mie visioni.
human beings
Esseri umani stravolti dalla quotidianità che anelano una pace impossibile.
hustlers
Perditempo senza tempo che si godono la vita ridendo a 57 denti, celebro canzoni popolari rendendole eterne e sacre.
dancers
I miei dipinti danzano come persone in una vecchia balera, al ritmo forsennato di una musica tribale; cantano come si canta durante un rituale, in una trance emotiva.
wonderland
Il mio paese delle meraviglie è un luogo in cui attraverso righe e colori tutto diventa possibile.
aesthetic
La mia estetica è universale, perle senza tempo che fluttuano nell’aria come bolle di sapone, leggere.
memories remain
Imprimo caratteri che rimarranno nella memoria per sempre.”
- - - - -
[…] A partire dalle esperienze vissute nel contesto della street culture, il linguaggio grafico di Oliver si è poi sviluppato in direzione di una figurazione capace di mescolare stilemi visivi e codici linguistici talvolta perfino antitetici. Al centro della sua ricerca c’è sempre l’uomo, diviso tra miti antichi e contemporanee vanità e, dunque, in costante ricerca e trasformazione.
(testo di Ivan Quaroni - Laboratorio Italia - new trends in painting - Ed. Johan & Levi - 2008)
MOSTRE - EXHIBITIONS (SELECTED)
- ARTEIMPROPRIA (galleria meravigli, Milano, a cura di Maurizio Cocchi Pontalti) - 11/2003
- NOW UNDERGROUND (stazione centrale di milano, binario 21, a cura di Cecilia Nesbitt) - 05/2004
- ASSAB ONE 2004 (ex stabilimento GEA, via ASSAB, milano, a cura di Roberto Pinto) - 05/2004
- THE BLACK ALBUM (Antonio Colombo arte contemporanea, milano, a cura di Luca Beatrice) - 06/2004
- QUESTI FANTASMI (galleria 1000eventi, milano, a cura di massimo Kaufman) - 09/2004
- URBAN EDGE SHOW (spazio P4, via Pestalozzi, Milano) - 03/2005
- OZMO+ABBOMINEVOLE (Astuni galleria, piazza del duomo, Pietrasanta, Lucca a cura di gianni Romano) - 05/2005
- PRESENT FUTURE (ARTissima 12, torino, a cura di P. Charpenel, E. Dexter, M. Gioni, H. Munder, R. Steiner) - 11/2005
- OLIVER D'AURIA - MINIMAL PAINTINGS (galleria 1000eventi, milano) - 09/2006
- ABBO+ FALKO=RAUS (Biokip gallery, milano) - 11/2006
- STREET ART SWEET ART (PAC, padiglione d'arte contemporanea, Milano, a cura di Alessandro Riva) - 03/2007
- IT’S A FAMILY LIES GATHERING (Avantgarden gallery, milano) - 04/2007
- JUNKBUILDING (Triennale Bovisa, Milano, a cura di Davide Giannella e Maria Chiara Piccioli) - 05/2008                                - DUDE CLUB PROPHECIES: GIANNI LUDICO OVERLOAD (Dude Club, Milano) 04/2016                                                        - REMEMBER TO REACT (Sampling Moods, milano) 10/2018                                                                                                      - THE DANCE OF SAM (Sampling Moods, milano) 12/2019
ABOUT
Torna su